News


16 gennaio 2023
IL RESOCONTO DELL’ATTIVITÀ ISTITUZIONALE DELLA FINANZIARIA SENESE DI SVILUPPO PER L’ANNO 2022 BEN 116 PRATICHE EROGATE NEL 2022 PER OLTRE 11MILIONI DI EURO

 

Comunicato Stampa, 14 gennaio 2023

 

Il resoconto dell’attività istituzionale della Finanziaria Senese di Sviluppo per l’anno 2022
Ben 116 pratiche erogate nel 2022
per oltre 11milioni di euro

Sono risorse destinate al territorio, a nuove attività, agli investimenti, ad aiutare le aziende per le esigenze di liquidità anche legate alle difficoltà che la crisi energetica e l’impennata dei costi hanno introdotto. Altro valore importante: 25 le nuove attività aperte grazie al finanziamento della Fises per un valore di circa 1milione e 600mila euro. Il presidente Massimo Terrosi: “Sono risultati che raccontano di una Finanziaria che mantiene una operatività di rilievo, diffusa e capillare sul territorio, volta a cogliere le esigenze di ciò che si sta muovendo nell’economia”.

 

 

Sono 116 le pratiche erogate durante il 2022 dalla Finanziaria Senese di Sviluppo per un totale di oltre 11milioni di euro. Risorse destinate al territorio, a nuove attività, agli investimenti, ad aiutare le aziende per le esigenze di liquidità anche legate alle difficoltà che la crisi energetica e l’impennata dei costi hanno introdotto nell’arco dell’anno 2022.  Altro valore importante: sono 25 le nuove attività avviate grazie al finanziamento della Fises per un valore di circa 1milione e 600mila euro distribuito tra servizi, artigianato e commercio.

 

Questi i risultati dell’attività istituzionale nell’anno che si è appena chiuso per la Finanziaria Senese di Sviluppo. “Sono risultati – commenta il presidente, Massimo Terrosi – che raccontano di una Finanziaria che mantiene una operatività di rilievo, importante, diffusa e capillare sul territorio, volta a cogliere le esigenze di ciò che sta muovendo e muove nell’economia del territorio o che nasce qui conseguentemente a dinamiche nazionali. Essere partner delle imprese significa questo: essere reattivi e propositivi rispetto alle necessità che si pongono sul territorio e agli aspetti che possono stimolare lo sviluppo, sostenerlo, rilanciarlo. Vanno in questa direzione le scelte fatte nel 2022, ma anche quelle che faremo a breve per il 2023 con la proposta di destinazione dei plafond in linea con le strategie condivise con i Soci”.

 

Nel dettaglio, insieme al finanziamento delle nuove attività, da mettere in luce i finanziamenti per investimenti che arrivano ad un totale di circa 1milione e 300mila euro per 11 interventi in settori diversificati (Commercio-Artigianato-Industria-Agricoltura). E poi ci sono i tanti interventi di finanziamento per liquidità e nelle attività ordinaria richiesti e concessi. “Questo ci fa il quadro delle difficoltà che abbiamo registrato nel corso del 2022 - osserva Terrosi - Non a caso a luglio scorso un milione e mezzo di euro è stato aggiunto  all’attività ordinaria di Fises. E non a caso è stato confermato il plafond “Piccole Operazioni di Liquidità” per dare accesso finanziamenti di piccolo importo (minimo 10 mila euro), per far fronte alle esigenze di liquidità compreso il pagamento delle bollette dell’energia e favorire il superamento delle conseguenze della fase emergenziale”.

 

Per quanto riguarda la distribuzione territoriale, cresce la Valdelsa con il 21,10% degli importi, forte rimane l’area senese con il 38,71% degli importi. Anche la Val di Merse raggiunge un numero a due cifre con l’11,73% dei finanziamenti, la Valdichiana il 10,99%, oltre il 7% per Amiata e Crete, il Chianti, zona da dove storicamente arrivano minori domande, conta un 2,81% dei finanziamenti.   Insieme artigianato, commercio e turismo, industria contano il 93,7% dei finanziamenti, con artigianato al 24,08%, commercio e turismo al 58% e il resto per industria. Le pratiche vengono presentate dalle associazioni di categoria per il 47% dei casi, mentre il restante viene presentato da aziende singole o studi professionali. I tempi medi di deliberazione sono 7 giorni, per le pratiche deliberate dal direttore e 15 per quelle a cura del consiglio di amministrazione.

 

 

Per contatti stampa

Susanna Salvadori

cell: 3355 1979771 e-mail: susannasalvadori@gmail.com

 

 


[...segue]
16 settembre 2022
INTERVISTA A MASSIMO TERROSI PRESIDENTE FISES SPA - PRONTI A SOSTENERE LE IMPRESE

Situazione economica complicata. Lo sappiamo. Negli ultimi mesi è vero che è arrivata una boccata di ossigeno dal flusso turistico ed è pure vero che il Covid pare svanito. Ma il caro bollette no, c’è,. “Produrrà i suoi maggiori effetti a partire dal prossimo autunno, con il rischio concreto di far chiudere molte aziende”, è l’allarme che lancia il presidente della Finanziaria Senese di Sviluppo, Massimo Terrosi. E proprio la Finanziaria ha ancora aperte tante possibilità di finanziamento per l’attività ordinaria, per chi fa investimenti 4.0, per le Pmi, per chi fa Ecobonus, per l’agricoltura e non solo. Notizia di questa estate: da luglio scorso è stato abbassato l’importo minimo di intervento a 10 mila euro con finanziamenti per esigenze di liquidità da destinare proprio al pagamento delle bollette energetiche.

 

Presidente Terrosi quale è lo scenario con cui vi confrontate in questo periodo?

Del tutto simile a quello di altri soggetti che lavorano sui territori a contatto con le imprese. Tutto il settore turistico e della ristorazione hanno conseguenze importanti, come del resto La Nazione ha ben messo luce con l’inchiesta di qualche giorno fa. Lo stesso vale per il settore artigianale e della piccola industria, il quale non solo risente dei costi dell’energia, ma anche del forte incremento dei prezzi delle materie prime necessarie al ciclo produttivo. Problema che si aggiunge ai problemi: il ritardo nelle consegne dei materiali”.

 

E Fises come risponde?

Con la propria attività, come intermediario finanziario vigilato da Banca D’Italia. Dal 2009 a fine giugno 2022 abbiamo concesso 2.653 finanziamenti per un importo complessivo pari a circa 170 milioni di euro. Di questi 674 sono stati concessi per l’avvio di nuove attività per un importo complessivo di 37 milioni, dato questo particolarmente importante visto le difficoltà di accesso al credito bancario che hanno le aziende in fase di start-up. A luglio scorso è stato abbassato l’importo minimo di intervento ad 10 mila euro con finanziamenti per esigenze di liquidità da destinare proprio al pagamento delle bollette energetiche.

 

Dopo il Covid, le bollette, sembra un tunnel senza luce

Ci vogliono interventi mirati da un punto di vista governativo, anche per un settore delicato come quello edile. E poi fiducia, fermezza, lungimiranza. Noi la nostra parte la facciamo. Non a caso sul Covid fin da subito abbiamo attivato un plafond straordinario da 4 milioni di euro finalizzato a sostenere le esigenze di liquidità delle imprese con il quale sono stati concessi in tempi brevissimi circa 100 finanziamenti a condizioni dimezzate rispetto a quelle ordinarie.

 

Come vi muovete per il futuro?

Intanto l’auspicio è che a livello internazionale la crisi Ucraina- Russia finisca quanto prima. E poi che ci siano interventi governativi, che si consolidino le eccellenze del settore farmaceutico e della ricerca scientifica, nonché l’avvio del Biotecnopolo. Settore strategico anche per Fises è l’energia. E’ auspicabile una rapida definizione della normativa relativa alla costituzione delle Comunità Energetiche, fra soggetti pubblici e privati, che potrebbero favorire la produzione di energia rinnovabile per mezzo dei pannelli solari.

 

 


[...segue]
30 agosto 2022
ANCORA POSSIBILE FARE DOMANDA SU TUTTI I PLAFOND DI FISES - CI SONO MAGGIORI RISORSE PER L’ATTIVITÀ ORDINARIA E SONO STATI CONFERMATI I FONDI PER CHI FA INVESTIMENTI 4.0, PER LE PMI, PER CHI FA ECOBONUS, PER L’AGRICOLTURA E NON SOLO

Ci sono maggiori risorse per l’attività ordinaria e sono stati confermati i fondi per chi fa investimenti 4.0, per le Pmi, per chi fa Ecobonus, per l’agricoltura e non solo.

Il presidente Massimo Terrosi: “Rispondiamo a quelle che sono le esigenze delle imprese del nostro territorio”.


[...segue]
02 maggio 2022
FISES APPROVA IL BILANCIO 2021 CON UN RISULTATO POSITIVO E PRESENTA AI SOCI IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE

I contenuti dell’assemblea dei soci della Finanziaria Senese di Sviluppo

FISES APPROVA IL BILANCIO 2021 CON UN RISULTATO POSITIVO E PRESENTA AI SOCI IL NUOVO PIANO INDUSTRIALE

Sono 118 le pratiche deliberate nel 2021 per un importo di 13.567.00 euro. Nel Piano Operativo del 2022 sono stati stanziati, in questa prima fase, 11 milioni per Finanziamenti, dei quali quasi 4 milioni già concessi.


[...segue]
07 febbraio 2022
11 MILIONI STANZIATI IN QUESTA PRIMA FASE PER IL 2022 NEL PIANO OPERATIVO DI FISES

Le linee guida del documento della Finanziaria Senese di Sviluppo per l’anno appena iniziato

11 MILIONI STANZIATI IN QUESTA PRIMA FASE PER IL 2022 NEL PIANO OPERATIVO DI FISES

Tra i plafond c’è l’introduzione dei fondi per Industria 4.0, per gli Ecobonus, per il Settore Agricolo e per l’Imprenditoria Giovanile e Femminile. Il presidente Massimo Terrosi: “Vogliamo proseguire il percorso intrapreso nell’ultimo decennio. E quindi privilegiare la capitalizzazione ed il riequilibrio finanziario delle imprese anche a seguito della pandemia. Non solo, vogliamo sostenere investimenti e interventi di riqualificazione aziendale, favorire la nascita di nuove imprese, soprattutto giovanili e femminili, con particolare attenzione a quelle che permettono di mantenere o incrementare i livelli occupazionali”.

 


[...segue]
10 gennaio 2022
SI COMUNICA CHE, A FAR DATA DAL 20/01/2022, SARÀ CONSENTITO L’ACCESSO AI LOCALI DELLA FINANZIARIA AI SOLI POSSESSORI DEL GREEN PASS (BASE).

SI COMUNICA CHE, A FAR DATA DAL 20/01/2022, SARÀ CONSENTITO L’ACCESSO AI LOCALI DELLA FINANZIARIA AI SOLI POSSESSORI DEL GREEN PASS (BASE).


[...segue]