News


22 febbraio 2017


UNA CONVENZIONE SUL FONDO SPECIALE ANTIUSURA PER SOSTENERE LE IMPRESE IN DIFFICOLTÀ IL DOCUMENTO FIRMATO DA FISES E ITALIA COM-FIDI

Il documento firmato da Fises e Italia Com-Fidi

Una convenzione sul Fondo Speciale Antiusura per sostenere le imprese in difficoltà

La convenzione prevede una garanzia iniziale diretta pari al 50%, ma estendibile fino all’80%, del finanziamento richiesto non superiore a 150 mila euro e della durata massima di 8 anni

 

Una convenzione a valere sul Fondo Speciale Antiusura al fine di sostenere le imprese in difficoltà.

E’ questa la finalità del documento firmato da Fises e Italia Com-Fidi e presentato nella conferenza stampa di questa mattina, 21 febbraio.

La convenzione prevede una garanzia iniziale diretta pari al 50%, ma estendibile fino all’80% del finanziamento richiesto, non superiore a 150 mila euro e della durata massima di 8 anni.

Sarà compito di Fises inviare a Com-Fidi una formale comunicazione scritta che evidenzi le motivazioni, oltre alla forma tecnica, all'importo e alla durata del finanziamento in richiesta.

Italia Com-Fidi è società consortile a responsabilità limitata costituita nel 2009 tramite la fusione per incorporazione in "Toscana Com-fidi Società Consortile a Responsabilità Limitata" delle società "Euroconfidi Impresa Società Cooperativa", "Ciessepi Confesercenti Fidi Società Cooperativa" e "Eurofidi Veneto Società Cooperativa". La società ha in gestione un fondo speciale denominato "Fondo Speciale Antiusura".

Il “Fondo per la prevenzione del fenomeno dell’usura” è stato costituito ai sensi dell’Art. 15 della Legge 7 marzo 1996, n. 108 ed è gestito in forma separata dal Fondo Rischi “ordinario”.

Non solo, il Fondo è destinato a garantire fino all’80% dei singoli finanziamenti alle imprese in difficoltà.

E’ comune interesse di Fises e del Confidi condividere un’operatività in garanzia a valere sullo specifico Fondo.

Le operazioni, che fanno riferimento alla convenzione, saranno assistite da una garanzia “a prima richiesta” di norma pari all’80% del finanziamento, di cui il 75% a valere sul Fondo, ed il 5% a valere sul patrimonio del Confidi. Forme tecniche, tassi debitori, commissioni di garanzia, importi, e durate dei finanziamenti oggetto di questa specifica operatività saranno quelli concordati e comunicati con separato scambio di corrispondenza tra le parti.

 

Per contatti stampa

Elena Mugnaini

cell: 320 2954384 e-mail: elenamugnaini@gmail.com

Susanna Salvadori

cell: 355 1979771 e-mail: susannasalvadori@gmail.com



[Torna all’elenco delle news...]