News


15 maggio 2019


IL BILANCIO DELL’ATTIVITÀ DELLA FISES PER IL 2018 E I PRIMI MESI DEL 2019 OLTRE 18 MILIONI DI EURO PER IL SOSTEGNO DELLE IMPRESE

IL BILANCIO DELL’ATTIVITÀ DELLA FISES PER IL 2018 E I PRIMI MESI DEL 2019 OLTRE 18 MILIONI DI EURO PER IL SOSTEGNO DELLE IMPRESE

 

Tra tutte le pratiche sostenute da Fises in questo periodo di tempo, ben 83 sono state destinate a nuove attività per un importo totale di quasi 5milioni di euro. Partnership sul bando Ikigai della Fondazione Mps e allo studio un progetto di collaborazione per la consulenza su bandi europei e finanza agevolata

 

Sono già 67 le pratiche effettuate al 30 aprile 2019 per un valore complessivo di 4.483.000 di cui 1.470.000 euro a favore di nuove attività per un totale di 28 operazioni. Se guardiamo al 2018 la Fises ha destinato oltre 14milioni e 200mila euro al sostegno delle imprese del territorio della provincia di Siena per un totale di 197 interventi, ben 55 di queste operazioni sono state destinate a nuove attività per un importo totale di oltre 3milioni e 500mila euro. In tutto questo periodo di tempo dunque Fises ha investito oltre 18milioni di euro per il sostegno delle imprese e sono ben 83 le operazioni destinate a nuove attività per un importo totale di quasi 5milioni di euro.

 

E’ la fotografia dell’attività della Finanziaria Senese di Sviluppo, il bilancio dell’attività di questo periodo, 2018 e primi mesi 2019. “Si tratta di imprese di tipologie diverse, artigiane, commerciali, industriali che hanno scelto di continuare ad investire e crescere, dati in linea con le potenzialità di Fises - dice il presidente Massimo Terrosi -  e non ci fermiamo qui. Stiamo infatti lavorando ad una più forte progettualità e sinergia con i soci, come da piano industriale, e siamo già a lavoro su occupazione giovanile e sostegno alle imprese”. La Fises infatti è a fianco della Fondazione Monte dei Paschi di Siena sul bando Ikigai il quale prevede l’assegnazione di contributi economici a fondo perduto per il finanziamento di progetti individuali di crescita personale e professionale di giovani della provincia di Siena. I contributi saranno affiancati da servizi di accompagnamento e tutoraggio per i beneficiari. In questo contesto si inserisce la sottoscrizione del protocollo d’intesa tra Fises e Fondazione Mps. Il focus è dedicato agli start-up di impresa per i giovani che vogliono sviluppare una propria idea imprenditoriale. Per loro Fises valuterà la possibilità di affiancare l’intervento previsto da Fondazione Mps mediante finanziamenti a medio-lungo termine, valutando le domande sul plafond Imprenditoria Giovanile e Femminile.

 

Oltre al bando, ci sono altri progetti allo studio. “Sono allo studio forme di collaborazione con Fondazione Monte dei Paschi di Siena per consulenza su bandi europei e finanza agevolata – dice Terrosi – Dal confronto con i soci c’è la spinta a proseguire su questa direzione rispondendo agli indirizzi del piano industriale approvato recentemente. Con l’obiettivo di concretizzare al meglio questa collaborazione nei prossimi mesi estivi Fises cambierà sede e si trasferirà presso Palazzo Sansedoni”.

 

L’obiettivo è il sostegno alle imprese, con grande attenzione all’apertura di nuove realtà, all’imprenditoria giovanile e femminile. “I dati del 2019 e del 2018 dimostrano ampiamente la capacità di Fises di essere vicini alle imprese, la capillarità e pluralità delle risposte che sa dare nonché la capacità di saper raccogliere le domande della nuova imprenditoria giovanile e femminile – fa notare Terrosi – Tutto questo confermando l’autonomia finanziaria di Fises e la sua capacità di avere un plafond complessivo di risorse finanziarie circa 15 milioni di euro all’anno”.

 

Veniamo ai dati. Nel 2018, 57 sono le pratiche approvate nel contesto dell’attività ordinaria per un importo di 8.427.000 euro. Di queste ben 9 sono state destinate a nuove attività per un totale di 1.072.000. Ed ancora, nel contesto del plafonds Imprenditoria Giovanile e Femminile, sono state effettuate ben 39 pratiche per un valore di 2.205.000, di queste addirittura 36 sono destinate a nuove attività per 2.040.000. Andando avanti, nel contesto del plafond Liquidità sono 101 le pratiche deliberate per un importo totale di 3.660.000 euro, anche in questo contesto ci sono interventi a favore di nuove attività, complessivamente 10, per un valore di 420.000 euro.  Come sempre, Fises investe su tutti i territori della provincia di Siena. Guardando le percentuali, nel 2018 l’area urbana di Siena è quella dove si è avuta la maggior parte degli investimenti, ovvero 7.045.000 di euro, il 49,29% del totale, segue l’Alta Val d’Elsa con 2.145.000 euro, il 15,01% del totale. E poi, la Val di Chiana con 1.682.000 euro, l’11,77% del totale, la Val d’Arbia con 1.435.000, il 10,04% del totale, la Val di Merse con 800.000 euro, il 5,60% del totale, l’Amiata Val d’Orcia con 675.000 euro, il   4,72%, e il Chianti con 510.000 euro, il 3,57% del totale.Sulla base delle richieste che arrivano, l’86.33% degli importi deliberati da Fises è destinato a settori come artigianato, commercio, turismo e industria, ovvero ben 12.333.000 euro. Più basse le quote per agricoltura (6,74% del totale, 963.000 euro) e servizi (990.000, 6,93% del totale).

 

I dati al 30 aprile 2019 dicono che nei primi quattro mesi del 2019 sono state deliberate 67 pratiche per un valore complessivo di 4.483.000 di cui 1.470.000 euro a favore di nuove attività per un totale di 28 operazioni.  Entrando nel dettaglio, sono state effettuate 12 pratiche nell’ambito dell’attività ordinaria per un valore di 2.178.000, due sono le nuove attività finanziate per un valore di 270.000. Sul plafond Imprenditoria Giovanile e Femminile sono state già finanziate 23 operazioni per un valore di 1.195.000. Di queste ben 18 sono nuove attività per un valore di 965.000. Sul plafond liquidità sono state deliberate 32 pratiche per un valore di 1.110.000 euro, di cui 8 per nuove attività (235.000 euro).

 

I commenti dei soci

 “Apprezzo il lavoro svolto da Fises e invito la finanziaria a rivolgere attenzione su Siena in particolare alle iniziative imprenditoriali che non siano somministrazione e bevande – fa notare Alberto Tirelli, assessore alle Attività Economiche del Comune di Siena - In particolare dunque attenzione alle imprese artigiane, per sostenere questo settore. Importante anche il settore alberghiero. Infatti, oltre ad investire sul turismo dobbiamo offrire risposte per rinnovare le strutture”.

 

“Questi dati confermano il ruolo dell’attività di Fises e le sue potenzialità per  lo sviluppo del territorio, – sottolinea Carlo Rossi, presidente della Fondazione Monte dei Paschi di Siena - Una più intensa collaborazione con la Fondazione nasce in questo solco e vuoleavere l’obiettivo di consolidare questo ruolo”.

 

Apprezzamento per lavoro e attività anche da Giuseppe Gugliotti, sindaco di Sovicille e consigliere provinciale, “Una parte importante delle risorse – fa notare - sono destinate alle start up. L’esortazione che viene dagli enti è quella di dare rilievo anche all’operatività in settori come l’agricoltura, per esempio, che torna ad avere forza anche all’interno dell’ambito dell’imprenditoria giovanile. Accompagnare i percorsi di impresa in questo senso è una mission che Fises può intraprendere e fare propria”.

 

“Apprezziamo l’operatività del 2019 in linea con gli anni precedenti, il che conferma il ruolo e l’importanza di Fises – osserva Massimo Guasconi, presidente della Camera di Commercio Arezzo Siena – Nello sviluppo e nella crescita dell’economia locale Fises, anche con la vicinanza della Fondazione e il trasferimento presso i locali della stessa, potrà percorrere nuove strade per affiancare all’attività tradizionale un supporto ulteriore destinato alle imprese cercando il modo per poter accedere a fondi e programmi europei in sinergia e sintonia con le associazioni di categoria”.

 

Per contatti stampa

Susanna Salvadori

cell: 3355 1979771 e-mail: susannasalvadori@gmail.com

Elena Mugnaini

cell: 320 2954384 e-mail: elenamugnaini@gmail.com

 



[Torna all’elenco delle news...]